Sfilate Milano Moda Donna Febbraio 2016: Kristina Ti è Open nella collezione autunno inverno 2016 2017, le foto

Kristina Ti sfila a Milano Moda Donna con un'Open Mind, Open come massimo livello, come un cielo senza confini, ma soprattutto, Open come lunghi e corti, senza vie di mezzo uniti a volumi morbidi e sensuali. Guarda tutte le foto del backstage, della sfilata e degli ospiti, qui su Style & Fashion.

Kristina Ti sfila a Milano Moda Donna con un'Open Mind, Open come massimo livello, come un cielo senza confini, ma soprattutto, Open come lunghi e corti, senza vie di mezzo uniti a volumi morbidi e sensuali.

Simboleggiata dalla stampa simbolo, il volo dei gabbiani, i tema Open si riflette nella sensualità, trasmessa grazie al vedo non vedo dei particolari tagli sartoriali, ma anche grazie a pizzi e georgette di seta che caratterizzano la collezione. L'ispirazione, però, arriva anche dallo sport, con tute rivisitate in chiave più femminile, grazie all'uso del pizzo, del raso o della georgette di seta.
a mixarsi, però non sono solo sensualità e sport, ma anche stampe e tessuti, con la garza che incontra la lana. Infatti, i tessuti si dividono in due categorie : leggeri e pesanti. Fake fur e pizzo ricamato insieme creano effetti 3D, mentre georgette color nudo o stampate sono lavorate con sovrapposizioni di rouches e voulant assimmetrici.

Grande attenzione anche ai dettagli, il coletto a jabot è lasciato morbido su abiti e camicie. Rouches e volant decorano le maniche bishop delle bluse e della maglieria. I colori, invece, vanno dai tenui nudo, rosa, crema e bianco agli scuri bordeaux, ottanio e nero. A completare i look, ai piedi ci sono sia sneakers che tacchi, le prime sono reinterpretate in chiave Kristina Ti, mixando i tessuti della collezione. Queste si alternano a sandali alti con intreccio davanti che ricorda le ali di un gabbiano.

Tra gli ospiti della sfilata: Levante, Federica Fontana, Eliana Miglio, Carla Gozzi, Paola Marella, Virginia Galateri, Francesca Senette, Elena Barolo.

credit image for Blogo by Camilla Di Iorgi and Valentina Steffenoni

  • shares
  • Mail