Pitti Uomo Gennaio 2016 Firenze: il classico essenziale di Sutor Mantellassi e la capsule con Scott Schuman

La collezione Sutor Mantellassi per il prossimo autunno inverno 2016 2017, presentata a Pitti Uomo 89, prende ispirazione dalle architetture alpine che Edoardo Gellner progettò a Cortina D’Ampezzo. Le immagini sono su Style & Fashion

La collezione Sutor Mantellassi per il prossimo autunno inverno 2016 2017, presentata a Pitti Uomo 89, prende ispirazione dalle architetture alpine che Edoardo Gellner progettò a Cortina D’Ampezzo e nel Cadore negli anni della Dolce Vita. Atmosfere essenziali, geometrie minime, allo stesso tempo maestose, quasi un omaggio alla natura e alla montagna che le ospitano.

Paesaggi alpini, colori autunnali, riflessi accesi del sole sulle imponenti rocce dolomitiche, ambienti accoglienti e lussuosi, si traducono in prodotti sofisticati ed esclusivi, nel rispetto della tradizione Sutor Mantellassi. Fra i modelli, le classiche scarpe formali con costruzione norvegese, stivaletti, stivali, home slippers e le sportive sneakers. Fra i materiali il vitello, gli esotici e il tweed, che ricorda i tessuti da arredamento degli chalet di montagna.

La palette colori si ispira all’autunno, spaziando dal red brown al rosso porpora, dal verde cilantro all’aubergine, passandro dall’ocra. Per l’Autunno-Inverno 2016 2017 la collaborazione con Scott Schuman si consolida e nasce una vera e propria mini collezione. Una capsule che parte dalle forme classiche di Sutor Mantellassi reinterpretate in chiave contemporanea nei colori, nei pellami e nelle finiture.

  • shares
  • Mail