Sfilate Londra settembre 2015: i manifestanti anti-fracking di Vivienne Westwood Red Label

Ha sfilato sulle passerelle della London Fashion Week la collezione primavera estate 2016 di Vivienne Westwood Red Label che si apre con un tableau vivant di manifestanti elegantemente vestiti che portano cartelli con slogan come "L'austerità è un crimine" e "Fracking è un crimine". Le immagini sono su Style & Fashion

Ha sfilato sulle passerelle della London Fashion Week la collezione primavera estate 2016 di Vivienne Westwood Red Label che si apre con un tableau vivant di manifestanti elegantemente vestiti che portano cartelli con slogan come "L'austerità è un crimine" e "Fracking è un crimine". Soli nove giorni fa Vivienne Westwood è stata protagonista di una protesta: si è messa alla guida di un carro armato e si è presentata a Chadlington, cittadina che ha dato i natali al premier David Cameron, per manifestare a favore del movimento anti-fracking. Il Fracking è un metodo controverso di estrazione del petrolio e del gas che perfora la terra con una miscela estremamente chimica ad alta pressione e acqua. Oggi è l'argomento più caldo del dibattito ambientale nel Regno Unito e la Westwood è il volto più noto dell'opposizione.

Naturalmente, chiunque abbia partecipato ad uno dei suoi fashion show sa che implicano sempre una sorta di manifestazione "anti-establishment". Ma in questa collezione, gli abiti e il fashion show riflettevano il suo messaggio. La Westwood porta in passerella molti abiti drappeggiati e corsetti, abiti dal taglio sartoriale maschile e tartan. Non mancano abiti dal sapore retrò e una palette di colori sbiaditi. Giacche sciancrate e pantaloni a vita alta. Le modelle avevano macchie di olio nero sulla fronte un altro chiaro accenno alla protesta.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail