Milano sfida Firenze: a chi spetterà la corona della moda maschile?

white1.jpg

Bellicose tensioni tra Milano e Firenze, il motivo della querelle che scuote l'animo tranquillo delle due città italiane è il presidio e il monopolio della moda maschile.

Milano ha deciso di rompere il patto di non belligeranza con la città dell'Arno e anzi la sfida apertamente raddoppiando White, la fiera che dal 2000 è dedicata ai giovani creativi.

Ma la vera contesa nasce sulle passerelle di White, un nuovo appuntamento a Gennaio 2008 a Milano con la moda maschile, da sempre presidio di Pitti Immagine.

Da 15 anni, infatti, a Milano regna il fashion business della moda femminile e a Firenze quello legato alla moda maschile.

Ora la rivoluzione White, sarà un vero e proprio nuovo Salone della Moda (un po' la nuova versione del Salone del Mobile) in zona Tortona, e amplia la propria offerta unendo la moda maschile alle pre-collezioni femminili.

Una svolta importante per la città di Milano, sprovvista di un vero e proprio salone dedicato alla Moda Uomo, che con questa novità fronteggia a volto aperto la concorrenza di Pitti a Firenze. 

La nuova formula partirà dal 14 al 16 gennaio in concomitanza con Milano Moda Uomo, e si protrarrà per tre giorni, presentando al pubblico sia le collezioni autunno/inverno maschili che le pre-collezioni femminili. Stesso discorso per quanto concerne le proposte primavera/estate di Milano Moda Uomo, dal 23 al 25 giugno.

Insomma Milano punta al connubio Uomo-Donna e in più apre lo spazio ai giovani.

Ora quello che ci chiediamo è: i nuovi appuntamenti di White saranno come il Salone del Mobile, con luoghi aperti al pubblico o la moda resterà chiusa nei suoi shoowroom ad inviti esclusivi e vipparoli?

Secondo quanto ha dichiarato Massimiliano Bizzi, direttore creativo, l'obbiettivo è proprio quello di coinvolgere il maggior numero possibile di persone e di aprire la moda alla città, creando un "fuorisalone" della moda. Staremo a vedere!

E se gli organizzatori di White non pensano di sfidare Pitti Uomo, di certo a Firenze non si dormirà tranquilli, inevitabile, infatti, la concorrenza...

Ora non ci resta che vedere come risponderà Pitti al palese smacco milanese! 

  • shares
  • Mail