Anoressia e bulimia: male del nuovo millennio?

anoressia allo specchio.jpgL'anoressia e la bulimia sono disturbi psicopatologici del comportamento alimentare e le loro origine sono molto antiche. La prima descrizione clinica dell'anoressia nervosa risale infatti al 1689, quando viene pubblicato da Richard Morton, medico britannico, il primo resoconto su due pazienti che rifiutavano di alimentarsi in assenza di cause organiche di malattie.

È possibile individuare due sottotipi di anoressia nervosa, che portano a distinguere una persona bulimica, da una anoressica. L'atteggiamento della prima è caratterizzato da un bisogno compulsivo di abbuffarsi, non per il piacere di mangiare ma per l'incapacità di autocontrollarsi, spesso seguito dalla necessità di espellere quanto ingerito, attraverso vomito autoindotto, uso di lassativi o diuretici. La seconda si limita a digiunare per diminuire il suo peso.

Le cause, che portano allo sviluppo di queste problematiche, sono molte e sono sia di natura biologica, sia sociale che psicologica. I fattori determinanti sono specialmente lo stress l'insicurezza, la mancanza d'amore, l'oggettiva difficoltà di comunicare e di esprimere emozioni.

anoressia 2.jpgLa recente morte delle due modelle ha riacceso l'opinione pubblica su un problema grande, che troppo spesso viene ignorato, c'è la tendenza a ricordarsene solo quando s'incappa nella tragedia, soltanto quando qualcuno muore e già, perchè di anoressia si muore.

E tutti a puntare il dito contro la società moderna che propina stereotipi di bellezza finti, inarrivabili, merito del bisturi di qualche chirurgo, e contro il mondo della moda, contro gli stilisti affinchè non propongano ideali scheletrici, che inducono le ragazze a voler dimagrire, a tutti i costi, perchè l'importante è arrivare ad avere le gambe magre come quelle di Kate Moss.

La moda si mobilita, sfilate oversize, esami medici prima delle sfilate, la 38 come taglia minima e un indice di massa corporea che non deve scendere sotto un certo livello, una sorta di codice etico per gli stilisti. Purtroppo questi provvedimenti non bastano, l'anoressia è un male di vivere, una solitudine incolmabile, serve amore, soprattutto amore.

  • shares
  • Mail