Il Giardino dei Finzi Contini: Antony Morato presenta la versione restaurata del film

Si è svolta a Roma l'anteprima mondiale della versione restaurata del film Il Giardino dei Finzi Contini diretto da Vittorio De Sica nel 1970 e ispirato al romanzo di Giorgio Bassani, grazie alla collaborazione con l’Istituto Luce-Cinecitta, L’Uomo Vogue e Antony Morato. Le immagini sono su Style & Fashion

CAT_3636

Si è svolta a Roma l'anteprima mondiale della versione restaurata del film Il Giardino dei Finzi Contini diretto da Vittorio De Sica nel 1970 e ispirato al romanzo di Giorgio Bassani. Un capolavoro al tempo stesso elegante e popolare, vincitore del Premio Oscar come Miglior film straniero nel 1972 e di numerosi altri riconoscimenti internazionali.

La grande narrazione di Giorgio Bassani rivive nella brillantezza e nel colore del restauro digitale, grazie all’impegno di Antony Morato in collaborazione con Istituto Luce-Cinecittà e L’Uomo Vogue. Una collaborazione particolarmente sentita, per lo stretto legame tra memoria storica e grande Cinema.

“La cultura, lo stile e la passione per il bello sono valori intrinsechi della tradizione italiana. Cerchiamo ogni giorno, con il nostro lavoro, di farli nostri e proiettarli nel futuro che vogliamo costruire. Da qui l’impegno nel restauro de Il Giardino dei Finzi Contini, un film che appartiene al nostro patrimonio ma che è al tempo stesso modernissimo per contenuti, cura dell’immagine e stile. È per noi un grande motivo di orgoglio poter contribuire affinchè faccia parte del nostro futuro” dichiara Raffaele Caldarelli, Presidente e Direttore Creativo di Antony Morato.

Maestro indiscusso del Cinema Italiano a livello internazionale, De Sica è considerato uno dei padri del Neorealismo. Nel 1970 regalò alla cultura del Bel Paese Il Giardino dei Finzi Contini, un film tratto dall’omonimo romanzo di Giorgio Bassani, in cui si raccontano le tristi vicende di una famiglia ebrea borghese durante gli anni della Guerra. Capolavoro di trama e cura formale, la pellicola ha ricevuto numerosi riconoscimenti, tra cui i premi alle scenografie e ai costumi di Giorgio Bartolini Salimbeni e quello alle musiche di Bill Conti e Manuel De Sica.

Questa iniziativa testimonia l’impegno del marchio sul territorio, ribadendo il legame con la propria cultura d’origine e la volontà di proiettare nel futuro i valori e la creatività che l’hanno contraddistinta nei secoli. Il progetto, quindi, intende controbilanciare il dinamismo di una società che non può dimenticare i grandi classici, ma deve anzi riconoscerli quale proprio fondamento.

FOTO GALLERY


Il Giardino dei Finzi Contini: Antony Morato presenta la versione restaurata del film

Il Giardino dei Finzi Contini: Antony Morato presenta la versione restaurata del film

LEGGI ANCHE

Pitti Uomo giugno 2014: le contaminazioni di Antony Morato, la collezione primavera estate 2015

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail