Schiavizzati dalla moda? Malate per colpa del look!

shoes22.gif

Nuovo atto d'accusa alla moda.

Dopo la querelle (ancora in atto, tra l'altro) sull'anoressia, e sull'immagine di modelle troppo magre, dopo la provocazione in passerella dello stilista italo-pachistano Farhad Re che ha fatto sfilare a Roma una bimba di 5 anni, con una t-shirt con la scritta: 'I love diet': Amo essere magra.

Ora l'allarme lo lancia il mensile Salute Naturale (Edizioni Riza), oggi in edicola, che ha pubblicato una ricerca che studia il rapporto fra abiti, accessori e malessere fisico di 986 donne italiane di età compresa fra i 20 e i 55 anni.

I risultati della ricerca danno da pensare (leggete l'approndimento su Mondo Donna), perchè secondo quanto emerso: all'82% delle donne capita o è capitato di soffrire per colpa dell'abbigliamento o degli accessori che indossa.

Ora, se sia giusto soffrire in nome del look, facilmente risponderemmo di no, ma la riflessione che ci viene in mente è: se viviamo in una società dell'immagine, dove il valore e la nostra identità sono stabiliti dall'estetica della marca e del brand, la colpa non sarà anche nostra?

Noi che invece di differenziarci e proporci per quello che siamo, lasciamo che sia qualcun altro a proporci uno stile di vita, un'estetica (e a volte anche un'etica) e visione del mondo?

Ormai sembra che siamo in grado di attribuirci una specifica identità sociale impiegando pezzi diversi provenienti dai diversi brand, spesso li portiamo sul nostro corpo, indossiamo capi come jeans troppo aderenti, tacchi esagerati, scarpe strette, reggiseni che comprimono...

La querelle perciò ci sembra puntare su due fattori: da una parte le donne sono disposte a soffrire pur di far colpo e di omologarsi all'immagine sociale preponderante (vedi anche il rapporto che le donne hanno con la chirurgia estetica), d'altra parte, con la fine dei valori tradizionali di definizione sociale, siamo in grado di collegarci e riconoscersi socialmente solo attraverso l'immagine proposta dal brand del momento?

Ora vogliamo continuare a soffrire per belle apparire, cercando di essere sempre sexy e all'ultima moda o possiamo cambiare le cose?

  • shares
  • Mail