Ballerine: sex appeal senza tacchi vertiginosi!

audrey_hepburn.jpg

Cara vecchia saggezza popolare... ve la ricordate la frase: "se bella vuoi apparire un poco devi soffrire!", beh, la frase di per sè è brutalmente vera!

Pensate a quando la sera per uscire indossiamo fantastiche décolletté o stivali con tacchi che vanno minimo dai 5 cm ai quasi immettibili 12!

Beh, sinceramente, dopo un'overdose di tacchi e punte ultra fetish, finalmente la moda ha deciso che possiamo far riposare, nell'ordine: caviglie, talloni e i nostri piedini!

Alla fine ce l'abbiamo fatta, siamo scese dal piedistallo e possiamo riscoprire il piacere  di camminare a livello terra-terra, senza per questo sentirci troppo basse, o meno sexy!

Possiamo finalmente riscoprire il piacere di un'eleganza classica, ma anche sbarazzina, cinturini, strass, lacci, paiettes, e incredibili tocci di colori shocking!

Son tornate le ballerine! E non soltanto per l'estate!

Era il 1934, quando la piccola e biondissima Shirley Temple, nel film "Piccola Stella" indossava le famose "Mary Jane", le ballerine nere, in cuoio verniciato, con il classico cinturino singolo, che le caratterizzava e le rendeva uniche.

Le Mary Jane erano considerate, all'epoca, le prime scarpe décolletté che le ragazze indossavano!...

Ma se vi chiedete quando la ballerina si "trasfigurò" in reale feticcio del gusto e fenomeno modaiolo e di classe, beh, lo si deve all'icona del gusto: Audrey Hepburn in Sabrina (1954) ne fece un must, il film consacrò le ballerine fra i miti indissolubili della moda.

Ma, se vogliamo essere precisi, già, nel 1953, in Vacanze Romane, Audrey scorazzava con l'affascinante Gregory Peck, in vespa a Roma, indossando sempre le ballerine, che per quel film furono fatte su misura da Ferragamo apposta per la diva. 

Nel 1956, un'altra icona sensuale del grande schermo, Brigitte Bardot, lancia un nuovo modello di ballerine, portandole con pantaloni a metà polpaccio e reggiseno e indossandole in "E Dio creò la donna", per non parlare poi della vera consacrazione delle ballerine, che avvenne negli anni '60.

Nel periodo di piena rivoluzione giovanile, la stilista Mary Quant infranse le regole: veste la sua donna-bambina Twiggy con grembiulino e le immancabili Mary Jane nere, da tip tap. E Catherine Deneuve le indossava nel film di Luis Bunuel "Belle de Jour" nel 1967.

Poi dopo, un periodo di buio, agli inizi degli anni '90, le ballerine erano già ricomparse, il look era quello proposto dalla modella Kate Moss, uno stile "randagio", con magliette sgualcite, grembiulino e ballerine ai piedi.

Mentre Courtney Love vanta, a suo dire, il merito di aver introdotto lo stile "kinderwhore" (baby-prostituta), indossando le Mary Jane per diffondere un messaggio molto provocatorio!

Felici che finalmente le ballerine sono tornate, e possono essere sexy come le scarpe con il tacco alto, forse la differenza è che passa un concetto diverso di sex appeal!

Se le indossate con un'aria sbarazzina, possono darvi un'aria tutt'altro che innocente (vedi Kate Moss e Courtney Love), insomma col passare del tempo, se negli anni '50 erano simbolo della ragazza per bene, ora sono un vero elemento per  essere ulteriormente sexy! Con un paio di ballerine ai piedi possiamo sentirci sbarazzine, sicure di noi stesse e incredibilmente sensuali...

  • shares
  • Mail