Lancia Delta: la differenza tra Angeli e Demoni, un film e uno spot!

090430_L_ADframe_01.jpg

La nuova "stella" del cinema internazionale e protagonista di un'originale campagna pubblicitaria: è Lancia Delta, la vettura che rivoluziona i campi del product placement e della comunicazione.

La versione equipaggiata con il nuovo 1.8 Di TurboJet da 200 CV è stata "scritturata" per il thriller cinematografico, prodotto da Columbia Pictures e distribuito dalla Sony Pictures, "Angeli & Demoni", pellicola ispirata all'omonimo bestseller di Dan Brown sul filone de "Il Codice Da Vinci", diretto sempre da Ron Howard con Tom Hanks nei panni del professor Langdon.

Questo "product placement" decisamente importante è stato gestito dall'agenzia Armosia di Roma e Lancia lo celebra con un'originale campagna di comunicazione all'insegna del claim "Un angelo, 200 demoni". Azione, prestazioni e temperamento: lungo questi tre concetti si snoda il suggestivo spot che, grazie ad un accordo con la Sony Pictures, utilizza in esclusiva le principali scene del film che vedono protagonista proprio la Delta 1.8 Di TurboJet da 200 CV.

090430_L_ADframe_02.jpg

Realizzata dall'agenzia Armando Testa come lo spot, la campagna stampa unisce una delle più emblematiche inquadrature del thriller ad una duplice immagine della nuova Delta che rinvia alla sua doppia anima: angelica, ma con 200 demoni al suo interno. I 200 demoni del il 1.8 Di TurboJet da 200 CV (ma anche l'altrettanto brioso 1.9 TwinTurbo da 190 CV) assicurano il miglior rapporto CO2/CV della loro categoria, cioè il massimo della potenza con il minimo di emissioni.

Su Internet sono stati pianificati una campagna banner ed un concorso web realizzato in collaborazione con Sony Pictures che mette in palio, ovviamente, una Lancia Delta. Lo spot "Un angelo, 200 demoni" prosegue ed enfatizza la "cinematicità" del linguaggio pubblicitario di Lancia: se, infatti, gli spot con Stefano Gabbana, Carla Bruni e Richard Gere sono spot con le caratteristiche di un "cortissimo", qui addirittura sono state utilizzare le immagini del film, riprese sotto la regia di Ron Howard e rimontate secondo una logica pubblicitaria.

090430_L_ADframe_03.jpg090430_L_ADframe_04.jpg

Lo spot diventa quindi contemporaneamente promotore della vettura e del film, come sottolinea il claim finale "A maggio 2009 nei cinema e negli showroom Lancia". La realizzazione del film, avvenuta quasi un anno fa, ha richiesto interventi straordinari a Lancia, in quanto le Delta dovevano essere pronte, perfettamente funzionanti e affidabili ben prima non solo del lancio commerciale, ma dell'avvio delle preserie, che per produzioni di serie come quelle automobilistiche sono date fondamentali.

Lo stabilimento di Cassino ha quindi realizzato delle vetture ad hoc, con diversi componenti in fase ancora prototipale, che sono state testate appositamente nei laboratori Lancia e successivamente rifinite e modificate in alcuni dettagli direttamente al Centro Stile Lancia per venire incontro alle esigenze della produzione. I finestrini ad esempio, che nelle Delta di serie sono leggermente scuriti per un maggior comfort dei passeggeri, non rispondevano alle esigenze del direttore della fotografia, per cui sono stati sostituiti con vetri realizzati appositamente più chiari e trasparenti.

Sono stati i cittadini ed i turisti romani i primi a veder sgommare le Delta in piazza del Popolo e dintorni, durante le scene di inseguimento, nonostante l'impenetrabile servizio di security a tutela delle star americane ed italiane. E proprio Tom Hanks è sicuramente stato il primo vip a provare la Delta. Terminate le riprese, le vetture sono state imbarcate su un aereo e spedite a Los Angeles per il prosieguo delle riprese negli studi della Sony Pictures. Da qui sono poi rientrate via nave in Italia.

  • shares
  • +1
  • Mail