Pitti Uomo Firenze Giugno 2016: il moderno militare di Roy Roger’s, la collezione primavera estate 2017

Roy Roger’s presenta a Pitti Uomo 90 la collezione primavera estate 2017 e traduce in un linguaggio contemporaneo dettagli e stili che arrivano dal mondo nautico. Scopri tutto su Style & Fashion

Roy Roger’s presenta a Pitti Uomo 90 la collezione primavera estate 2017 e traduce in un linguaggio contemporaneo dettagli e stili che arrivano dal mondo nautico. Ma soprattutto da quello militare per le sue costruzioni, per i particolari funzionali e pattern camouflage, per la ricerca di tessuti avanzati che re-interpreta con trattamenti innovativi, proponendo una collezione grintosa e dai pesi piuma.

Nel tema della leggerezza e della modernità, la Sahariana è in felpa con dettagli termosaldati; la Field Jacket in nylon camouflage ha trattamenti cerati che creano delle venature dal sapore vintage; la pelle ha stampe camou nell’informale baracuta, la camicia in camoscio diventa una giacca leggerissima da indossare sopra una T-shirt.

E si chiama Souvenir Jacket il giubbino ricamato anni ’70 ripreso da un modello dell’archivio storico di Roy Roger’s con maniche color sabbia, il corpo rosso fegato ed un ricamo di una trigre e dragone sulla schiena. Per il denim, Roy Roger’s propone ritagli di tessuto di originali field jacket vintage diventano la salpa in alcuni modelli dove il logo Roy Roger’s è ricamato in pelle. Le fodere interne riproducono vecchie stampe nautiche; spille e metallerie varie arricchiscono il capo. Non mancano i costumi in nylon leggerissimo waterproof con stampe flock tinto in capo per un effetto tono su tono délavé.

Tra le novità della prossima stagione, la linea RR’s, una capsule di jeans estremamente ricercati realizzati in 8 lavaggi, dove le fodere interne sono in fantasie diverse ma in colori dall’effetto armonico, ed i cartellini e le salpe diventano dettagli di stile. Sono infatti in tessuti per cravatteria, provenienti da una storica azienda inglese, gli sproni interni; in cotoni giapponesi stampati quelle sul davanti; in ritagli di veri tappeti indiani quelle che compongono le salpe. Tutte le fantasie e i dettagli del capo quali fili, bottoni, rivetti ed etichette, sono nella stessa cromia per un effetto armonico. E il cartellino ha una rocchetta di filo per l’orlo in tono con gli altri particolari.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail