Batman v Superman Dawn of Justice: lo speciale costumi, Bruce Wayne veste Gucci

Un messaggio del regista Zack Snyder apre l'anteprima stampa di “Batman v Superman: Dawn of Justice” con l’attore premio Oscar Ben Affleck ed Henry Cavill nei panni di Clark Kent. Su Style & Fashion la recensione con lo speciale costumi

Un messaggio del regista Zack Snyder apre l'anteprima stampa di “Batman v Superman: Dawn of Justice”, il nuovo film della Warner Bros che riporta sul grande schermo due super eroi della DC Comics, ad interpretare Bruce Wayne l’attore premio Oscar Ben Affleck, mentre Henry Cavill è Superman/Clark Kent.

Azzerati i pensieri e seduti in sala, Batman e Superman, Gotham e Metropolis. Lex Luthor e Wonder Woman. Un gruppo stellare di eroi e cattivi, con battaglie sempre più spettacolari... “Batman v Superman: Dawn of Justice” di Zack Snyder è un’avventura epica di Supereroi. Il film vede protagonisti anche Amy Adams nei panni di Lois Lane, Jesse Eisenberg in quelli d Lex Luthor, Diane Lane è Martha Kent e Laurence Fishburne nel ruolo di Perry White; Jeremy Irons nel ruolo di Alfred, Holly Hunter in quello della Senatrice Finch; oltre a Gal Gadot nel doppio ruolo di Wonder Woman/Diana Prince.

Ma come sempre la nostra recensione ha come focus i costumi che qui portano la firma di Michael Wilkinson, autore del costume di Superman in “Man of Steel”, che qui ha lavorato anche per i costumi di Batman e Wonder Woman. Un lavoro ciclopico che vede il costume di Superman diventare ancora più aerodinamico a cui vengono aggiunti alcuni simboli di Krypton sui bicipiti, resta la S super iconica, a cui poi viene aggiunta una citazione di Joseph Campbell rigorosamente scritta in Kryptoniano. Per il mantello un nuovo tessuto di una lucentezza metallica ultraterrena si mescola a meraviglia con il blu del costume. Il tessuto, come spiega Wilkinson, è stato tagliato con una lama rovente e saldato per evitare le righe delle cuciture.

Passando al famoso Pipistrello, il Batsuit è stato ispirato da un costume realistico illustrato da Frank Miller in The Dark Knight Returns. In quel fumetto, il costume di Batman è meno tecnologico e più analogico, interpretato da Wilkinson come “un prototipo di Bruce Wayne realizzato nel suo laboratorio. Ha l’aspetto incompiuto, rozzo e brutale”. Il disegno è stato utile per enfatizzare le differenze tra i due Supereroi: mentre Superman ha un profilo aerodinamico e una perfezione quasi Greca, Batman è più corpulento, più grezzo e forse più umano.

Per realizzare il Batsuit, Michael Wilkinson racconta “Abbiamo iniziato facendo uno scanning di Ben Affleck per poter creare un manichino delle sue fattezze. Poi abbiamo scolpito uno strato della sua anatomia e ricoperto con uno strato di tessuto creato digitalmente. Per il cappuccio, abbiamo iniziato creando un calco in gesso poi passato al computer usando un incredibile scanner manuale. Una volta acquisiti i dati nel computer, vi abbiamo applicato una bellissima struttura in cuoio. Dopo, è iniziata la vera opera di ingegneria. Abbiamo svuotato le cavità del cappuccio così da farlo diventare più flessibile, per farlo muovere secondo l’anatomia dell’attore”, continua. “Si vedono benissimo i muscoli del collo ed è diventato un tutt’uno con Ben. Questo è stato un grande risultato nell’ingegneria dei costume, un cappuccio così comodo e con una completa gamma di movimenti. Ci sono voluti dai sei agli otto mesi per realizzare l’intero Batsuit prima di poterlo mandare davanti alla macchina da presa”.

Il Batman di Ben Affleck è incredibilmente intimidatorio dal punto di vista fisico, un combattente esperto, un lottatore, la sua potenza non deriva dalla sua armatura ma dalla forza bruta dell’uomo dentro di essa, perciò si può vedere la definizione dei muscoli dalla testa ai piedi, anche attraverso gli stivali ed i guanti. In aggiunta al Batsuit che Batman indossa per la maggior parte del film, è stata realizzata anche una “tuta meccanica corazzata” che dovrebbe dare a Batman una possibilità in più di combattere contro Superman.

La grande novità dei costumi riguarda comunque il nuovo costume di Wonder Woman, per cui Wilkinson ha sviluppato un materiale che sembra metallo, ma che una volta pitturato risultava anticato alla perfezione, ed era comunque flessibile quanto bastava. Ha poi progettato una placca pettorale sezionata con giunture ad espansione, che hanno consentito a Gal di respirare e piegarsi e fare tutte le mosse incredibili pur sembrando di indossare una solida armatura di metallo.

Naturalmente, tutti e tre i personaggi in costume appaiono anche come i loro alter ego, Clark Kent, Bruce Wayne e Diana Prince, e Wilkinson ed il suo team hanno dovuto provvedere anche al loro guardaroba. “Per tutti i vestiti in borghese di Clark, abbiamo deciso per uno stile uomo Midwestern del Kansas, perciò abbiamo usato strutture morbide e calde come lana, velluto a coste e colori marroni terra e tartan”.

Bruce Wayne, invece, ha richiesto uno stile totalmente opposto, il suo personaggio è molto austero, il tipo di persona che, quando apri il suo armadio, ha otto camicie bianche perfettamente stirate e 12 incredibili completi blu e neri. Infatti, forse quella è la sua uniforme, quello è il suo alter ego, far finta di essere un facoltoso playboy che esce solo con supermodelle e guida macchine da sogno, mentre in realtà è molto più simile al personaggio di Batman e quindi Bruce Wayne ha uno stile raffinato e minimalista, vestiti su misura che sono stati realizzati da Gucci, che ha creato un esclusivo guardaroba made-to-measure. I look, che comprendono completi, camicie, cravatte, pochettes, scarpe, cinture, cappotti e giacche in pelle, prevedono anche una serie di accessori come gli occhiali ideati appositamente per il personaggio, i collar bar, i fermacravatta e i gemelli, alcuni dei quali personalizzati con le iniziali BW.

In contrasto a Brce Wayne, Lex Luthor è un imprenditore dei nostri giorni, poco più che ventenne, che cura un vasto impero con una fisicità completamente diversa da quella muscolosa dei Supereroi. Naturalmente il suo potere risiede nell’intelletto, non nel fisico. Anche se è sfacciatamente ricco, e quindi potrebbe comprarsi tutti i migliori vestiti del mondo, combina giocosamente pezzi costosissimi con t-shirt stampate, completi casual chiari e scarpe da ginnastica. Gli abiti civili di Diana Prince sono molto appariscenti, ma anche eleganti e sofisticati, molto alla moda europea, dando risalto alla bellezza dell’attrice.

Action e dark, Batman e Superman, Gotham e Metropolis, Lex Luthor e Wonder Woman... non vi resta che andare al cinema per scoprire cosa avverrà, ma soprattutto chi vincerà!

  • shares
  • +1
  • Mail